Un boscaiolo ed un ventunenne si contendono la finale del WSOP

0
2

Sono davvero cambiate le cose per quanto riguarda il campionato di poker più importante al mondo, un tempo, circa 40 anni fa si giocava in una sala da poker molto sobria, dove 7 persone si sfidavano intorno ad un tavolo per somme di denaro di molto inferiori alle attuali, nel 2001 ancora i partecipanti erano solo 613, adesso invece il World Series Of Poker è arrivato a coinvolgere con questa sua ultima edizione, oltre 60.000 persone che da ogni parte del mondo hanno voluto prendere parte ad un evento imperdibile per qualsiasi appassionato del gioco di carte più famoso.

Con un premio in denaro che ha raggiunto gli 8,5 milioni di Dollari per il primo classificato, il WSOP vede in heads up due giocatori statunitensi tutt’altro che professionisti, i quali sono riusciti a raggiungere il tavolo finale ed ora a contendersi l’ambito premio. Uno dei due, Darvin Moon, è un taglialegna del Maryland, viene da una piccola cittadina, ed ha iniziato a giocare a poker per puro caso, il secondo è giovanissimo, appena 21 anni e si chiama Joseph Cada, che se non fosse stato per il poker online non si sarebbe probabilmente mai seduto al tavolo verde, ed ora questi due nuovi campioni avranno modo di sfidarsi nel favoloso contesto del Penn & Teller di Las Vegas.

Riflettendo su quanto avvenuto quest’anno con il concretizzarsi di questa incredibile finale, ma anche dando un’occhiata ai vincitori degli ultimi tornei del WSOP, si può facilmente notare che il poker è riuscito a coinvolgere persone di ogni ceto sociale, di ogni Paese del mondo, sia uomini che donne, e per questo possiamo ringraziare internet, che ha dato un’opportunità praticamente a tutti.

Il poker è ormai visto come un vero e proprio sport, simile agli scacchi, ma con delle tifoserie vere e proprie, che non esitano ad accompagnare i propri beniamini alle sfide più importanti; un gioco di abilità capace di coinvolgere e soprattutto capace di premiare, un gioco accessibile a tutti ed accessibile subito, molti dei partecipanti alle fasi finali dell’ultimo WSOP, hanno ottenuto il loro posto giocando su internet da casa propria, spendendo anche meno di 50 ?, ed i vincitori sono sempre più spesso non professionisti, a dimostrazione che chiunque può diventare il prossimo campione del WSOP.

Un boscaiolo ed un ventunenne si contendono la finale del WSOP, 4.6 out of 5 based on 17 ratings