Il mercato dei giochi online in Italia analizzato da Ernst & Young

0
1

In un periodo in cui la grande maggioranza delle aziende sono in difficoltà per la crisi economica internazionale, per comprendere appieno l’importanza del mercato del gioco online in Italia, è stato effettuato uno studio approfondito, da parte di Ernst & Young: ?Online Gambling: analisi del mercato e degli assetti competitivi?, i cui risultati mettono in evidenza la realtà di uno dei settori più attivi dell’economia del nostro Paese, rappresentante una percentuale del 2,7% del PIL.

Un settore, quello del gambling online, che si dimostra in piena forma, e che continua a crescere registrando nell’ultimo anno un avanzamento del 13%, raggiungendo così un fatturato complessivo di circa 48 miliardi di Euro.

Da quando il decreto Bersani ha liberalizzato il gioco su internet, permettendo di fatto l’esistenza delle poker room in primis, ma anche di altri sistemi d?intrattenimento che danno la possibilità agli utenti di giocare per vincere soldi, questo settore ha continuato a crescere, ulteriormente spinto poi dal decreto pro Abruzzo, nato con lo scopo di raccogliere fondi per finanziare la ricostruzione dei paesi colpiti dal sisma.

Nel Settembre del 2008 nascono infatti gli skill games, termine con il quale si intende fare riferimento ad una certa varietà di giochi online, tra i quali giochi sportivi, rompicapo, ma anche giochi di carte tra cui il poker, il quale ha ottenuto un altissimo livello di interesse, attirando un vasto pubblico di giocatori.

Il quadro generale che ne è risultato mostra per quanto riguarda i primi mesi del 2009, una consistente porzione delle giocate provenienti appunto proprio dagli skill games (59%), mentre il 36% è costituito da scommesse sportive e concorsi a pronostici, infine solo il 5% del totale è costituito dai gratta e vinci virtuali o altri tipi di scommesse sportive come ad esempio l’ippica.

Il mercato dei giochi online in Italia analizzato da Ernst & Young, 4.4 out of 5 based on 20 ratings