USA: le First Nations progettano la propria gambling commission

0
1

Secondo quanto riportato dalla CBC questa settimana, i capi delle Canadian First Nations stanno progettando di istituire una gambling commission per avere un controllo maggiore sulle entrate generate dai casino che si trovano nelle riserve; la questione è infatti nell’agenda per il meeting annuale dell’Assembly of First Nations in Winnipeg che si svolgerà proprio questa settimana.

Alcuni dei leaders infatti, ritengono che i tempi siano maturi per l’istituzione di una associazione nazionale sul gaming nelle First Nations; ?? solo una questione di sovranit? e giurisdizione?Avremo anche noi il nostro First Nations Gaming Act?, ha spiegato il capo della First Nation di Little Black Bear, nel Saskatchewan, Perry Bellegrade.

La maggior parte delle province che hanno attività commerciali basate sul gioco d’azzardo, hanno stipulato degli accordi per dividere gli incassi con le comunit? delle First Nations, inoltre sono ormai piuttosto numerosi gli aborigeni che vedono nel mercato del gioco, una opportunità di crescita economica, soprattutto per via delle maggiori possibilità di trovare un impiego, in un contesto nel quale la disoccupazione è un problema cronico da diversi anni.

Secondo quanto riferito in sede della conferenza AFN, il mercato del gioco nelle First Nations degli USA, avrebbe generato nel solo anno 2009, circa 26 miliardi di dollari nei 28 stati nei quali sono presenti casino all’interno delle riserve.

USA: le First Nations progettano la propria gambling commission, 4.4 out of 5 based on 18 ratings