Videolottery: niente tassa sulla fortuna per 6 mesi almeno

0
3

Alcuni giorni fa abbiamo parlato della nuova tassa sulla fortuna, introdotta dal governo Monti, e consistente in un prelievo del 6% su tutte le vincite al gioco superiori a 500€, realizzate a giochi come Superenalotto, Win for Life, Gratta e Vinci e Videolotery, e di come, in seguito ad un ricorso presentato dai 12 concessionari di vlt per l’Italia, la nuova tassa sarebbe stata sospesa per le videolottery.

Infatti il Tar del Lazio aveva accolto il ricorso, alla constatazione del fatto che il meccanismo di funzionamento delle videolottery, non permette di calcolare la reale vincita realizzata, non essendo in grado di calcolare la differenza tra la vincita e la spesa dello scommettitore. In altre parole, se un giocatore scommetteva 100€ e ne vinceva 600, la macchinetta avrebbe applicato la tassa sulla fortuna, essendo la vincita, almeno all’apparenza, superiore ai 500€.

Ed a distanza di pochi giorni, è stata emessa, proprio stamattina, la sentenza definitiva del TAR del Lazio, che blocca la tassa sulla fortuna per le videolottery, fino a che i software di gioco non vengano aggiornati in modo tale da calcolare la tassa del 6%, solo sulle vincite dell’ammontare superiore a 500€, al netto della spesa sostenuta dallo scommettitore.

Un gran respiro di sollievo per i 12 concessionari che avevano inizialmente ricorso al Tar, visto che, calcolando i tempi tecnici necessari per creare un nuovo software, e sostituire quello delle videolottery già installate, se ne andranno non meno di 6 mesi. Ma una buona notizia anche per i giocatori di vlt abituali, che in questo modo, almeno per 6 mesi, non dovranno pagare alcuna tassa sulle vincite realizzate alle videolottery.

Videolottery: niente tassa sulla fortuna per 6 mesi almeno, 4.7 out of 5 based on 16 ratings