Vince 22 milioni al superenalotto nel 2003, ma si rovina la vita

0
71

Vincere un bel jackpot non sempre è sufficiente per cambiare la propria vita in meglio, ed infatti non è una novità che alcuni vincitori di grosse somme siano riusciti a rovinare tutto sperperando in modo poco intelligente il proprio patrimonio; e poi ci sono gli sfortunati che finiscono sotto shock alla semplice constatazione della realizzazione della vincita, ma non è il caso di tale Virginio Salmoiraghi, che con un paio di mosse ingenue si è creato un sacco di problemi.

Dopo aver vinto il jackpot del superenalotto nel 2003, aggiudicandosi una somma pari a 22 milioni di euro circa, il signor Salmoiraghi ha iniziato a spendere il denaro comperando auto di lusso e ville, acquisti che non sono certo passati inosservati visto che fino ad allora la sua occupazione era stata quella di metalmeccanico della Franco Tosi.

Il settantenne si è quindi ritrovato con un Suv BMW da 60mila euro rubato, ed una Mercedes da 20mila euro bruciata proprio di fronte a casa sua, ha così deciso di prendere dei cani da guardia, ma aver a che fare con l’invidia della gente non è certo cosa facile ne tanto meno piacevole, così il suo consiglio a qualsiasi vincitore di grosse somme resta quello di non dire nulla a nessuno, nemmeno ad amici o parenti.

Ma se il signor Salmoiraghi è stato ingenuo, cosa dire di Michael Carroll, dall’Inghilterra, che dopo aver vinto quasi 10 milioni di sterline, ha iniziato a sperperare l’intera somma organizzando festini, comprando auto e ville di lusso, per poi ritrovarsi senza un penny e a dover ricominciare con la sua vecchia occupazione di netturbino.

Vince 22 milioni al superenalotto nel 2003, ma si rovina la vita, 4.3 out of 5 based on 10 ratings