Win for life a rischio chiusura: la dea bendata non bacia Sisal

0
1

Non finisce mai di far parlare di s? il nuovo concorso a premi di Sisal, Win for Life, che da quando ha fatto la sua comparsa nel panorama dei giochi ad estrazione, ha coinvolto un sempre maggiore numero di partecipanti, speranzosi di realizzare il colpaccio ed ottenere l’ambito vitalizio da 4.000 è al mese.

Ed in molti vi sono effettivamente riusciti, ad oggi si contano infatti ben 69 vitalizi assegnati, in poco più di un mese di vita, per un totale di 66,2 milioni di Euro vinti, inoltre è stata distribuita tra i vari giocatori, una somma pari a 68 milioni di Euro costituita dalle vincite con ?0-1-2-3-7-8-9-10?. Una parte è ovviamente finita nelle tasche delle varie ricevitorie, circa ?16,8 milioni, mentre poco più di ?48 milioni, sono stati destinati alla ricostruzione delle città dell’Abruzzo distrutte dal terremoto.

A questi vanno aggiunti poi gli 8,4 milioni di Euro spettanti a Sisal, cioè il 4% della raccolta, e si giunge quindi ad un totale di uscite che ammonta, dati alla mano, a 207,5 milioni di Euro, contro i soli 210 milioni effettivamente incassati; ma all’atto pratico, questo cosa significa e cosa comporta? Fondamentalmente finchè la situazione resta questa, non ci sarà alcun problema, ma basta pensare che sarebbe stata sufficiente la realizzazione di altre tre vincite di vitalizio, perchè le uscite superassero le entrate, il ch? è particolarmente insolito per un concorso a premi, e lascia pensare che Win for Life abbia sottostimato il numero di vitalizi possibili al mese.

Win for life a rischio chiusura: la dea bendata non bacia Sisal, 4.3 out of 5 based on 14 ratings