Win for Life raccoglie il 16% in meno tra febbraio 2010 e 2011

0
0

E’ passato un bel po’ da quando è stato lanciato il concorso di casa Sisal che permette di vincere come premio massimo, un vitalizio del valore di 6.000€ al mese per vent’anni; è infatti stato lanciato a settembre 2009, quando la mensilità per chi vinceva il vitalizio non era da 6.000, ma da 4.000€ al mese.

Fino ad oggi il Win for Life ha sempre riscosso un grande successo, ed anche se nei suoi primi mesi di vita destava maggiore interesse, dato il fattore novità, ancora adesso continua a totalizzare una raccolta piuttosto ingente. Ci si aspetta che nel solo mese di febbraio, la raccolta del Win for Life raggiunga i 29 milioni di euro, ma nel febbraio del 2010 i milioni raccolti nel secondo mese dell’anno erano addirittura 70, grazie appunto all’effetto novità.

Pure tra febbraio e gennaio 2011 c’è stata una contrazione delle giocate, che in questo caso si attesta sul 16% circa, anche se va detto che hanno influito i tre giorni in meno di raccolta, la media giornaliera è infatti in calo del 7% soltanto, nel paragone tra i due mesi.

Un’altra curiosità in merito al Win for Life è quella che riguarda le statistiche regionali; nella classifica delle regioni più premiate d’Italia, spicca ancora in prima posizione la Lombardia con 54 vincitori del vitalizio, in seconda posizione il Lazio con 45, segue poi il Veneto con 41; ma la vera novità è rappresentata dal Molise, fino ad ora unica regione italiana nella quale nessuno aveva vinto il premio massimo del Win for Life, da ora a quota 1.

Win for Life raccoglie il 16% in meno tra febbraio 2010 e 2011, 4.3 out of 5 based on 14 ratings