Vincere Blackjack: i consigli dei professionisti

BlackjackCiò che ha avuto inizio da una rivista tecnica più di venti anni fa, ha percorso una lunga strada fino ad ora. Una nuova generazione di sistemi più potenti per il blackjack è arrivato sulla scena, e con la più ampia gamma di opzioni disponibili. Vi starete chiedendo quale tipo di sistema sia il più adatto a voi. Per aiutarvi a fare questa scelta, in questo articolo spiegheremo i sistemi migliori di gioco adattabili al blackjack.
Il primo buon sistema per il gioco del Blackjack è stato pubblicato nel settembre 1956 sul “Journal of the American Statistical Association“. Sviluppato da Baldwin, Cantey, Maisel, e McDermott, il sistemasi basa su una strategia in grado di dare al giocatore di blackjack un vantaggio a lungo termine che un giocatore di e craps, roulette, keno, o slot non ha. Il documento ricevette poca attenzione a quei tempi in quanto si trovava in una rivista tecnica. Tuttavia, dopo la lettura, e cercando di comprendere il sistema, il dottor Edward 0. Thorp ispirato, vi aggiungesse il conteggio delle carte, pratica non consentita nei casinò, che se utilizzata in maniera corretta, è in grado di dare vantaggi al giocatore.

Il tentativo primo di Thorp fu un sistema basato a conteggio di 5 (five-count system) anche se attualmente è conosciuto per il suo sistema a conteggio 10 (ten-count system) descritto nel suo “Batti il Banco“, pubblicato per la prima volta nel 1962. L’edizione del 1966 è una versione migliorata del “ten-count system” e da $ 2,45 per copia, è ancora uno dei best-seller libri su blackjack.
Il libro di Thorp contiene la maggior parte di tutto ciò che si conosceva del blackkjack nei primi anni 60. La prima edizione conteneva al suo interno anche una riflessione sugli assi, il loro splittaggio e uso nella decisione delle scommesse da effettuare. Il libro ha inoltre introdotto quello che si pensava potesse essere il sistema ultimo, quello del conteggio dei punti come guida alla scommessa mentre si utilizzava il sistema a conteggio 10.

La seconda edizione conteneva un miglioramento della strategia di base e del conto degli Hig-low, il quale era stato introdotto, da Harvey Dubner al Fall joint Computer Conference nel 1963. La grande pubblicità che ha ricevuto il suo libro e le grandi vendite hanno portato molte persone negli anni a credere che sia possibile battere il casino nel blackjack online grazie alla matematica.
Alla Fall Computer Conference del 1963, che si è tenuto a Las Vegas, il professor Thorp è stato maestro di cerimonie per una serata di discussione sugli studi effettuati sul rapporto che intercorre tra il gioco di azzardo e l’utilizzo del computer. La conferenza successiva tenutasi a Las Vegas fu nel 1963 Il prossimo autunno misto computer conferenza tenutasi a Las Vegas è stato nel 1965. Tra le due edizioni, fu lanciata una sfida ai computer per vedere in quale maniera un calcolatore potesse gestire una partita, Sebbene le vincite del computer siano state modeste, i risultati convinsero i gestori di csinò che i computer potevano realmente aiutare i giocatori e che almeno un sistema di quelli presentati da Thorp poteva effettivamente vincere.
Dai primi anni 60 molte cose sono cambiate: il gioco del blackjack è diventato molto più popolare, i casinò hanno preso misure contro i contatori di carte, sono stati inventati sistemi di conteggio di carte più facili e dal rendimento più elevato.

La Popolarità Aumenta

Prima di “batti il banco”, la maggior parte dei casinò aveva pochi tavoli e raramente pieni di gente.. Ora ci sono molti più tavoli blackjack in praticamente tutte le sale da gioco. In Professional Blackjack Stanford Wong viene riportato che il numero di tavoli di blackjack nei casinò dei grandi alberghi della Strip di Las Vegas, vada da un massimo di sessantuno al MGM Grand al minimo di sedici al Flamingo. Le entrate dei casinò derivanti dal blackjack ha catturato tanti giocatori quanti ve ne si trovano ai tavoli dei dai.. ovvero moltissimi!
Una spiegazione di questo cambiamento è stato offerto dal curatore del Casinò & Sport: “Il tavolo di craps è stato per anni la scena madre dei giocatori d’azzardo compulsivi. … Essi non potevano giustificare le loro perdite attraverso le vincite degli altri giocatori o del banco. Molti di questi sono passati a più rispettabile “conteggio del 21″ incolpando delle proprie perdite i contatori di carte e mantenere la loro onorabilità”.

Dopo “batti il banco di Thorps” i casinò hanno deciso di non utilizzare più un solo mazzo e di non arrivare con esso fino alla fine. Questa decisione sembra essere stata attribuita alla grande ressa di scommesse selvagge derivanti dalla tecnica di conteggio delle carte e dalla capacità di alcuni giocatori di riuscire a contare le carte rimaste nel mazzo.
I manager dei casinò hanno dimostrato di essere avidi piuttosto che dotati di buon senso. Hanno infatti cambiato le regole in modo tale da rendere il gioco più sfavorevole ai contatori di carte .Tali modifiche ovviamente si sono rivelate sfavorevoli anche per il semplice giocatore di blackjack che ha quindi deciso di abbandonare il tavolo, portando il blackjack a perdere molta della sua rinnovata popolarità. Ciò ha portato i casinò a rivedere le proprie posizioni. L’unico cambiamento rimasto permanentemente è quello di limitare il double down in caso di splitting.

Un cambiamento più sottile, ma ugualmente sentito dai giocatori è stato quello del passaggio da un mazzo di carte a due o quattro. L’impressione iniziale dei casinò era che nessuno sarebbe stato in grado di “contare” quattro mazzi. Alcuni casinò arrivano a giocare addirittura con 5 o 6 mazzi. Successivamente è stato quindi pubblicato “il grande giocatore” di Ken Uston, che ha dimostrato che i casinò che usano più mazzi sono più vulnerabili da battere degli altri.
Un effetto collaterale dell’utilizzare più mazzi è che il gioco diventa meno favorevole per i giocatori che non contano. Come risultato, molti non contatori hanno abbandonato i casinò che utilizzano più mazzi nel blackjack per giocare con quelli che ne usano solo uno. Negli ultimi tempi la tendenza si è ribaltata, dimostrando che ancora una volta le leggi dell’economia sono valide anche se applicate ai casinò ed ai giochi di azzardo.
I giocatori tendono infatti ad andare dove possono ottenere la vincita più grande. Di conseguenza, alcuni casinò hanno sperimentato alcune modifiche alle regole che tendono a rendere più favorevole al giocatore la chance di gioco.

Un altro esempio di scelta dettata dall’avidità effettuata dai gestori di casinò è quella di cacciare i contatori di carte. Una scelta derivante dalla voglia di aumentare i profitti. Il sospetto è che in realtà questa scelta faccia diminuire gli stessi. Ciò è dovuto al più basso numero di vincitori. Il giocatore meno esperto infatti si avvincerà al gioco ed al tavolo contante il maggior numero di vincitori, attirato proprio dalle vincite. Le legittimità dei contatori, ad ogni modo, è diventata ora di competenza legale.
L’unica contromisura presa dai casinò, che non ha incontrato resistenza, è la chiusura del tavolo quando lo stesso è vuoto. Con meno tavoli disponibili è più difficile che vi sia un solo giocatore per tavolo, dando meno vantaggio al giocatore stesso che se giocasse da solo contro il banco, fattore dovuto al maggiore girare di carte, soldi e scommesse.

Il Sistema Più Facile Di Conteggio

Anche se una manciata di giocatori di blackjack ha avuto successo utilizzando i sistemi descritti nel “Batti il banco” di Thorp, la maggior parte dei giocatori trova quei sistemi di conteggio delle carte troppo difficili da usare.
Dall’uscita del libro di Thorp sono stati sviluppati moltissimi sistemi di conteggio di carte più semplici. Essi sono divisibili in due categorie; intermedi ed avanzati. Vengono suddivisi in questa maniera semplicemente perché più difficili da utilizzare rispetto ad una strategia base.
Il primo sistema che rientra nella categoria intermedia è proprio quello a 5 carte di Thorp. Tutto il sistema di conteggio si basa sulla tracciabilità dei 5 visti uscire. Quando il mazzo ha un numero inferiore di cinque a sinistra rispetto al normale, è più favorevole per il giocatore, e quindi è consigliato scommettere di più. Quando il mazzo non è favorevole , ovviamente si deve scommettere meno. Revere propone un sistema di conteggio basato sui 5 simile a quello di Thorp unito ad una diversa strategia di base, quando il mazzo è a favore del giocatore. In come vincere di Roberts vi è contenuto un metodo di conteggio basato sugli assi e sul susseguirsi dei 5 e dei 6.

Sistemi Avanzati

I sistemi avanzati risultano essere un po’ più complicati dei sistemi intermedi e contano di raggiungere migliori prestazioni rispetto agli stessi.
I sistemi avanzati utilizzano un tipo di conteggio un po’ più complicato e raccolgono risultati migliori dei metodi intermedi. I sistemi avanzati, a differenza degli altri, non si basano su calcoli aritmetici.
Il sistema di Roberts utilizza una conta dei 10 visti e quella di tutte le carte viste. Entrambe sono più semplici di quella di thorp dei 10 rimasti nel mazzo e la conta dei non dieci rimasti. Per capire quale carta potesse uscire., Thorp divideva il numero dei non 10 rimasti per il numero dei 10 rimasti; questo serviva ad individuare se il mazzo fosse favorevole o meno. Con il sistema di Roberts si ha la possibilità di comparare il numero di carte viste con il punto di “favorevolezza” dei dieci visti. Se il numero delle carte viste è grande quanto quello di favorevolezza, il mazzo è ricco ed il giocatore avrà maggiore possibilità di vittoria, avendo inoltre la possibilità di puntare di più.
Sia Revere che Roberts, rispetto ai sistemi intermedi, non utilizzano un vero e proprio conteggio, ma un conteggio basato sul valore delle carte e non sul loro numero.

Un certo numero di sistemi professionali per il blackjack sono stati sviluppati dai giocatori a partire dai primi anni Sessanta. Tutti questi sistemi utilizzano un vero e proprio conteggio delle carte. Ed è questo il criterio che stiamo usando per distinguere i sistemi professionali da quelli avanzati. Alcuni dei sistemi più recenti hanno due o più conteggi veri, cosa che li porta a classificarsi tra sistemi per esperti.
Un importante vantaggio dei sistemi di raggruppamento in classi è che la differenza di prestazioni tra i sistemi all’interno di ogni classe è minima, tranne per ciò che riguardala classe destinata ai contatori esperti. Tuttavia, ci sono altre differenze tra questi sistemi, che tendono a rendere alcuni sistemi più difficili da usare rispetto ad altri della stessa classe.

I primi sistemi professionali possono essere affrontati e studiati solo per interesse storico (vedi quello di thorp, ndr). I primi sistemi erano abbastanza grezzi quando furono introdotti perché i loro sviluppatori non potevano utilizzare i sistemi di ottimizzazione tutt’ora disponibili. Il sistema di Einstein del 1968 può essere considerato come un prototipo per HI-OPT da me sviluppato.

Confrontare Sistemi

E’ comodo poter disporre di un computer in grado di verificare le prestazioni di un sistema. Il più largamente citato in questo senso è la simulazione al computer di un milione di mani gestito da Julian Braun. I suoi risultati sono stati inizialmente pubblicati trimestralmente su “Gambling” e successivamente sono stati riassunti in “Sistemi e Metodi“. Essi sono ora disponibili in forma più completa nel Gambler’s Book Club con il titolo “L’Analisi e lo Sviluppo di strategie vincenti per il gioco del Blackjack nei casinò“.
Le simulazioni al computer sono utili perché non devi preoccuparti degli errori del giocatore commessi nelle dieci mila ore che avrebbe impiegato ad effettuare un milione di mani. Inoltre, tutti i sistemi sono verificati basandosi sulla stessa mescolanza dei mazzi, cioè, le carte nel mazzo sono nello stesso ordine. Ciò non significa, tuttavia, che ogni sistema avrà la stessa sequenza di mani del giocatore e del banco.

Osservare un giocatore in azione non è un metodo affidabile per misurare le prestazioni del sistema. Anche se si riuscisse a raggiungere 100 ore di gioco perfetto, la precisione del sistema non sarebbe adeguatamente provata. Al contrario, le piccole differenze di prestazione derivanti dal computer (meno dello 0,5 per cento del valore atteso) dovrebbero essere insignificanti per tutti tranne che per i professionisti che svolgono il gioco per molte migliaia di ore nel corso della loro carriera. D’altro canto, le differenze nei tassi di errore possono essere molto importanti per la suddivisione in classi dei sistemi.

Il Sistema Di BlackJack Più Potente Mai Elaborato

Tutti i più recenti sistemi professionali di blackjack offrono una conta di assi marginale che alcuni utilizzano ai fini delle scommesse. Il primo sistema, ed il più complicato che utilizza questo tipo di conta, è il Thorp’s Ultimate System. E’ usato per contare un punto scommessa in aggiunta alle decine classiche di Thorp.
Poiché le circostanze che mi hanno portato alla DHM Expert System sono piuttosto insolite, vorrei brevemente passare in rassegna ciò che è accaduto. Anche se ero stato a Las Vegas un certo numero di volte prima che iniziassi a lavorare in questo settore, non avevo mai giocato a blackjack in un casinò e pensavo che la casa non potesse essere battuta, così ho espresso questo parere ad amici che sono stati “utenti dilettanti” del sistema di Thorp, e la loro risposta è stata una sfida: mi hanno detto di leggere libro di Thorp. Forse a causa del mio forte background statistico-matematico, ero completamente ammaliato dall’esposizione di Thorp. Cosa che mi ha ispirato a venir fuori con qualcosa di meglio.

L’high-low count offriva diverse opportunità di miglioramento. In primo luogo, decine e assi dovevano essere divise e non trovarsi nello stesso gruppo. In secondo luogo, tutte le carte devono essere contabilizzate in modo che non ci siano ipotesi di innumerevoli carte. In terzo luogo, tranne che per gli assi, i gruppi dovrebbero essere di dimensioni uguali e più omogenei possibile. In quarto luogo, poiché il gioco basato su quattro mazzi sta diventando il più comune, un sistema sviluppato per un solo mazzo poteva rivelarsi non preciso.
Il mio lavoro è stato pubblicato per la prima volta nel gennaio del 1973 e il Claremont Economic Papers come illustrazione ha scelto una applicazione pratica della probabilità matematica. Quando l’ Associazione dell’Economia occidentale decise di tenere una sessione sull’economia ed il gioco d’azzardo nel 1974, alla loro conferenza, tenutasi a Las Vegas, il mio è stato uno dei primi documenti presentati. Dal momento che essa ha assunto il nome di “La Prima Conferenza sul gioco d’azzardo“, la sessione era cresciuta fino a due giorni di incontri. La maggior parte dei documenti riguardavano il lato economico e sociologico del gioco d’azzardo. Successivamente il mio studio, apparve in “Gambling e società“, pubblicato da Charles C. Thomas Co.

A causa della mia scarsa esperienza da giocatore, non sapevo di aver inventato un sistema che non sarei stato in grado di utilizzare per diversi anni. Ciò mi ha dato il modo di affinare il sistema, con la collaborazione dei miei assistenti. fattore questo che ha reso il DhM Expert gestibile. Esso è stato raffinato a tal punto da essere diventato più semplice del sistema di conteggio di Revere ed in grado di essere utilizzato nei tavoli d Blackjack del casinò.

Riguardo ad altri sistemi, sono venuto a conoscenza del lavoro di Fristedt e Heath poco prima della Seconda Conferenza sul gioco d’azzardo. Il professore Heath era stato informato della mia pubblicazione da Julian Braun. Poiché il nostro approccio globale appariva simile, era stato tentato di ritirare il documento che lui e Fristedt avevano preparato. Io lo ho incoraggiato a proseguire con la presentazione perché il loro studio aveva sottolineato gli aspetti che io avevo affrontato marginalmente. In secondo luogo, loro avevano presentato il sistema mentre io solo le sue prestazioni. Il loro sistema è stato pubblicato nel maggio 1977 sulla rivista Win (ex Gambling Quarterly), ormai defunta. Anche se ritengo il modo in cui hanno presentato il loro sistema molto efficace per ritrarre i loro risultati, non è di facile comprensione per chi vuole utilizzare il sistema presso i casinò. Inoltre, la loro presentazione suggerisce che la loro ottimizzazione sia stata meno completa e meno accurata rispetto alle tecniche da me utilizzate nei miei studi.
Nel valutare le differenze di prestazioni tra i due sistemi, la DHM Expert System dovrebbe dare credito ad integrare l’asso nel processo di contare le decisioni sulle carte, mentre Fristedt e Heath lo hanno utilizzato solo per le scommesse. Inoltre,una maggiore precisione delle tecniche potrebbe portare con se diversi decimi di percentuale di differenza in termini di prestazioni.

I parametri multipli per il sistema HI-OPT rappresentano un approccio completamente diverso al blackjack. La fondazione per la matematica per l’approccio è stata sancita in un documento che il professor Peter Griffin ha presentato alla Prima Conferenza sul gioco d’azzardo. Il documento che ha presentato in occasione della Seconda Conferenza sul gioco d’azzardo, svoltasi nel 1975, esprime l’idea stessa. Dal HIOPT Io non conto i 2, 7, 8, e 9, ma mantengo un approccio a più parametri che porta a cancellare il divario di tutte le conte marginali delle carte oltre a quella degli assi. Il guadagno pubblicizzato da tutti i sistemi con una sola conta marginale di assi è dello 0,2%. Così, il lettore è invitato ad aggiungere una conta principale con quattro marginali solamente per una plusvalenza dello 0,2% in termini di prestazioni.
L’approccio a più parametri non è stato paragonato ad una simulazione o con il DHM specializzato o il sistema Fristedt-Heath.

Il concetto della Carta chiave di Sklansky è stato descritto nel numero di agosto 1977 del Time, parallelamente al problema del gioco d’azzardo. In questo articolo, esso viene raccomandato come aggiunta a una strategia di base, accompagnato da un breve elenco di regole. Ci sono esperti in mazzi, gin rummy, e giocatori di poker che hanno dimostrato di essere in grado di farlo e di tenere traccia di ogni carta del mazzo. Così, il sistema probabilmente è fattibile per gli esperti. Tuttavia, il suo uso come strategia di base ed il limitato numero di regole presentate, mi porta a credere che probabilmente non è molto migliore in termini di prestazioni rispetto ai sistemi intermedi. Dubito che dia un buon rendimento ed appare molto più difficile da utilizzare di alcuni sistemi avanzati. Ad ogni modo il DHM Ultimate System è ispirato al concetto di Sklansky. Se si è in grado di contare ogni carta separatamente dividendola in uno schema ben preciso, sicuramente si dovrà avere anche la possibilità di utilizzare queste informazioni nel miglior modo possibile.
Al momento attuale, l’approccio migliore è quello di programmare un computer per l’utilizzo del ten-count e ti dirà cosa fare in ogni situazione e combinazione giocatore-banco relativamente alle carte rimaste nel mazzo. Purtroppo l’uso di un computer per giocare nel casinò è probabilmente illegale o per lo meno non consentito. Per tale motivo la DHM Ultimate System accademico è un dispositivo accademico che viene utilizzato solo per esplorare le probabilità matematiche applicate al blackjack.

Conclusioni E Raccomandazioni

Ci sono cinque distinte classi di sistemi blackjack: Basic – nessun conteggio Intermedio – un semplice conteggio marginale Avanzato – l’esecuzione di un conteggio Professional – un vero conteggio più un opzionale conteggio marginale di assi Expert – tutti i più complicati conteggi professionali, compresi i sistemi più potenti relativi al blackjack mai elaborati.
Le persone che giocano a blackjack dovrebbero essere in grado di apprendere e utilizzare una buona strategia di base. Se non si è in grado o disposti a imparare una buona strategia di base, allora si riuscirà a mettere da parte solo una gran serie di perdite a lungo termine, che saranno generalmente più elevate di quelle che sarebbero in giochi come baccarat o craps.
Con una buona strategia di base utilizzata correttamente, si dovrebbe, a lungo termine, ottenere un buon numero di vincite, anche se si gioca nei casinò della Strip di Las Vegas. Alcuni di questi casinò offrono regole leggermente più favorevoli rispetto ad altri.

Se avete intenzione di giocare a blackjack almeno sedici ore per anno,varrà la pena di imparare qualche nozione in più sui sistemi dopo aver interiorizzato una buona strategia di base. Se utilizzati correttamente, i sistemi intermedi sono sufficienti a dare un chiaro vantaggio per il singolo mazzo sia che si giochi a Las Vegas od altrove. Non c’è modo di avere un vantaggio a lungo termine a proprio favore, senza avere un conteggio di carte preciso.
I sistemi intermedi sono i più semplici sistemi di conteggio, ma il prezzo di questa semplicità è minore rispetto al potenziale di rendimento dei sistemi di livello più elevato.
I sistemi di Revere, Roberts, Thorp sapranno darvi un buon vantaggio se utilizzati in maniera corretta. Inoltre, essi non utilizzano nessun trucco mentale aritmetico al di là del semplice conteggio. Gli sviluppatori di questi sistemi hanno cercato di renderli il più possibile semplici da utilizzare e di mantenere le regole più semplici possibile, e sono decisamente meno complicati dei sistemi utilizzati a livello professionale.
Allo stato attuale, sono pochi i giocatori di successo che utilizzano sistemi per esperti o professionali. Mentre dubito che ci siano più di cento giocatori nel mondo di oggi, che regolarmente utilizzano un sistema professionale e giocano nei casinò con un tasso di errore più basso di uno all’ora. E dubito inoltre che vi siano almeno dieci giocatori che usano con successo un sistema per esperti.

Imparare semplicemente uno di questi sistemi non rende un giocatore un professionista o un esperto. Mi ci è voluto un grande sforzo per imparare ad usare il DHM Professional System, che considero come il più semplice dei migliori sistemi professionali.
Fatta eccezione per i sistemi di classe “esperti”, vi è poca differenza di prestazioni tra i migliori sistemi all’interno di una qualsiasi classe. D’altro canto, vi sono differenze fra quello che si ha bisogno di imparare e che cosa bisogna fare per utilizzare i vari sistemi nella stessa classe. Una volta che si sceglie il livello più adatto, si dovrebbero studiare le caratteristiche dei sistemi migliori in quella classe e scegliere quello con cui si ha più dimestichezza.
Non dimenticate: dal momento che nessun sistema è in grado di garantire che si vincerà nel breve periodo, il suo tasso di errore e come ci si sente ad utilizzare il sistema, sono più importanti per decidere se il livello scelto è quello giusto.
Se si dispone di sufficiente motivazione e delle competenze adeguate, si potrebbe essere in grado di fare tutto il cammino fino al livello di esperto.