Solitari online: tutto sui solitari con le carte

Non tutti sanno che i solitari con le carte da gioco avevano un tempo un ruolo divinatorio, infatti dal momento che per farsi predire il futuro era necessario andare da qualcuno che sapesse leggere i tarocchi, non furono in pochi coloro che pensarono di tentare a leggere le carte in autonomia, così iniziarono a nascere i primi solitari, se il gioco riusciva, era previsto un successo, se non riusciva significava che si avrebbe fallito nei propri propositi; alcuni solitari erano ancora più dettagliati, in particolare ve n’era uno che erano solite tentare le giovani signore di un tempo, che permetteva di scoprire il proprio futuro in amore, basandosi sui semi delle carte.

Molti dei solitari ancora adesso in uso, vengono attribuiti a personaggi importanti, primo su tutti Napoleone, che pare ne abbia inventati un gran numero, e che fosse solito tentarli prima di una battaglia importante, si dice che ne abbia inventato uno prima della battaglia di Waterloo, ed un altro prima di iniziare la campagna in Egitto.

Regole Base Del Klondike, Il Solitario Di Carte Più Celebre

Il solitario è un gioco che è di solito presente tra quelli inclusi nel pacchetto di Windows, quindi in un modo o nell’altro chiunque possieda, o abbia avuto un pc in passato, dovrebbe averlo provato almeno una volta, non tutti però sanno che si può giocare al solitario anche su internet, e che nella modalità disponibile per i casino online si possono vincere soldi veri in modo semplice e soprattutto divertente.

In realtà esistono moltissimi tipi di solitario, cioè giochi di carte che si giocano senza alcun avversario, ma quello a cui ci riferiamo in questo caso è conosciuto col nome di “Klondike”, ed è probabilmente il solitario più giocato al pc; per giocare a klondike occorre un mazzo da 52 carte francesi, si dispongono le carte sul tavolo divise in 7 pacchetti, il primo sarà composto da una sola carta scoperta, il secondo avrà due carte, la prima coperta e quella sopra scoperta, il terzo tre carte le prime due coperte e quella più in alto scoperta, e così via fino al settimo pacchetto.

In alto a sinistra si va a posizionare tutte le carte restanti, e sarà da questo mazzo che si andranno a pescare le carte per trovare quelle giuste da posizionare sui 7 gruppetti; inoltre in alto sopra i gruppetti ci sarà lo spazio per inserire i 4 assi man mano che verranno fuori, sugli assi si posizionano le carte in ordine crescente, rispettando il giusto seme, mentre le carte scoperte in cima ai gruppetti accoglieranno solo carte di colore diverso, in ordine decrescente.

Tutte le volte che una carta scoperta viene spostata lasciando in cima al gruppetto una carta coperta, questa viene girata, invece se l’ultima carta di un gruppetto viene spostata lasciando uno spazio vuoto, questo spazio può essere colmato solo da un K, o da una serie di carte che finisce con il K.

Lo scopo del gioco è quello di riuscire a completare tutti e 4 i mazzi posizionando le carte ordinate per seme ad iniziare dagli assi.

Altri Solitari Con Le Carte

Come noto, sono molti i tipi di solitario che si possono giocare con le carte, un altro di quelli più popolari è il Canfield, spesso confuso con il Klondike, questo gioco presenta in realtà un regolamento un po’ differente; si usa un solo mazzo formato da 52 carte francesi, si posizionano sul tavolo 4 pacchetti, più un pacchetto destinato alla riserva contenente 13 carte, lo scopo del gioco è quello di completare i mazzi di carte dei 4 semi posizionando le carte sulle basi nel giusto ordine.

La Piramide o Campagna d’Egitto è un solitario che viene attribuito a Napoleone Bonaparte, e si può giocare in due modi diversi. Le regole base prevedono la disposizione di un certo numero di carte a piramide, se si gioca con un mazzo da 52 carte, saranno 28, altrimenti con il mazzo da 40 carte, 21, la prima carta in cima alla piramide sarà coperta, e così via anche per tutte le altre, eccezione fatta per la fila di base.

Le restanti carte restano in un unico mazzo, dal quale il giocatore le pesca una per volta, il gioco consiste nel sommare il valore di due o più carte presenti nella piramide per ottenere un totale di 13, o di 10 se si gioca con 40 carte, se tra le carte nella piramide non è possibile totalizzare il punteggio, si possono usare quelle del mazzo, quindi il giocatore tenterà con una carta per volta, se la carta pescata si rivela utile, la si associa alla carta complementare presente in piramide ed entrambe finiscono nell’apposita pila, in questo modo la piramide diventerà progressivamente più bassa fino a sparire, in quel caso il solitario è riuscito.